45^ Camignada 2017

All'inizio della 45^ edizione della Camignada mancano
Ti aspettiamo a Misurina il 6 agosto 2017

pagina Facebook Camignada

Home Sentieri 1107 - Alta Val Marzón – Pian di Cengia

Alta Val Marzón – Pian di Cengia

 

Alta Val Marzón (tra Casón de la Crosèra e Casón de la Pala) 1305 m – Val di Cengia– Casón Cengia Bassa 1602 m – Pian di Cengia (innesto sent. segn. 104) 2247 m.

Dislivello: in salita 942 m; difficoltà: E; tempo di percorrenza medio: ore 3.00; comuni attraversati: Auronzo di Cadore; quota massima: Pian di Cengia (innesto sent. segn. 104) 2247 m; periodo consigliato: da giugno a settembre; cartografia: Tabacco foglio 017; rifugi e punti di appoggio: Casón Cengia Bassa.

Breve descrizione: da Auronzo, come per l’itinerario precedente, si risale Val Marzón fin poco oltre la piccola centrale idroelettrica, ove si può parcheggiare l’auto. Il sent. segn. 1107 si imbocca svoltando a destra circa 200 m dopo il tornante (tab.) ed il primo tratto corre su larga strada sterrata silvo-pastorale, costeggiando il Rin de Zengia, dapprima alla sua destra e quindi in sinistra idrografica. Ci si inoltra lungo la fresca parte bassa della Val di Cengia, in compagnia delle allegre acque del torrente, fino ad arrivare ad un’amena radura sulla quale sorge il Casón Cengia Bassa, che si raggiunge superando una lingua di ghiaie colate dalla Val del Salto, la cui soglia si profila proprio sopra il casón in direzione Nord-Est. Lasciato questo, si continua la salita nel bosco, mentre alle nostre spalle fa capolino la slanciata Pala del Màrden, seminascosta dai contrafforti scendenti dai Campanili della Val dei Toni che vediamo in primo piano; verso Est si osserva invece, sotto l’imponente bastionata della Croda dei Toni, il vertiginoso salto di roccia che unisce la testata della Val dei Toni con la sua parte inferiore, confluente nella Val del Salto, rendendo la valle percorribile solo con attrezzatura alpinisitica. La mulattiera si alza ora zigzagando fra i mughi, sorretta da muri a secco ancora ben conservati, mentre si iniziano a distinguere, alle nostre spalle, gli azzurri profili delle cime delle Marmaròle. Si passa sotto una larga paretona degradante dal Monte Cengia, che incute un certo timore, e si affronta con strette zeta un luminoso ed erto vallone che porta ad una forcelletta, da cui si discende brevemente. Dopo aver superato un ruscello, si rimonta zigzagando l’ultimo tratto di una vallecola, perlopiù rocciosa, che immette nello splendido anfiteatro del Pian di Cengia Basso, coronato in alto dalle rosicchiate guglie delle Crode dei Piani. Proseguendo verso N, lungo il verde catino glaciale, giungiamo in breve all’innesto col sent. segn. 104.

 
Dolomiti Unesco

Previsioni del tempo

http://www.arpa.veneto
 

Leo Vacanze - Auronzo di Cadore

Pensione Ajarnola

Pasta Zara

Copyright CAI Auronzo 2010 C.F.83001170253 - Powered by FlyWeb using Joomla

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione si accetta la privacy policy del sito. Per saperne di piu` consulta la nostra privacy policy.

Accetto la privacy policy

Privacy policy