45^ Camignada 2017

All'inizio della 45^ edizione della Camignada mancano
Ti aspettiamo a Misurina il 6 agosto 2017

pagina Facebook Camignada

Home Sentieri 123 - Auronzo di Cadore (Reàne) – Lago Ciadìn

Auronzo di Cadore (Reàne) – Lago Ciadìn

 

Auronzo di Cadore (borgata Reàne) 864 m – Tabià de Ambata 1475 m – Val de Ambata – Inn. sent. attrezzato segn. 152 “Francesco Mazzetta” (inizio tratto con doppia numerazione 123-152) – Biv. Gera (fine tratto a doppia numerazione) 2240 m – Forcella de Ambata 2413 m – Inn. sent. segn. 153 e 126 (inizio tratto a doppia numerazione 123-153) – Forcella della Rocca dei Bagni 2126 m – Biv. Piovan 2070 m – Fine tratto a doppia numerazione – Sopra lago Ciadìn (innesto sent. segn. 164) circa 1680 m.

Dislivello: in salita 1624 m, in discesa 809 m; difficoltà: E fino alla Forcella de Ambata, EE - A nella discesa dalla forcella, nuovamente E nel tratto successivo; tempo di percorrenza medio: ore 6-7; comuni attraversati: Auronzo di Cadore e Comelico Superiore; quota massima: Forcella de Ambata 2413 m; periodo consigliato: da luglio a settembre; cartografia: Tabacco foglio 017; rifugi e punti di appoggio: Biv. Gera e Biv. Piovan.

Breve descrizione: dall’ ampio posteggio di piazza Regina Pacis a Reàne di Auronzo (tab.), si segue la stradina che porta alla Cappella della Madonna, eretta in occasione del Giubileo 2000. La stradina si riduce a mulattiera a quota 1300 m e prosegue poi con un tratto pianeggiante fin sull’ orlo della scarpata che dà sul torrente. Dall’ antico pascolo di Tabià de Ambata il sentiero sale ripido, stretto e tortuoso nel bosco, poi si sposta verso il centro della valle. Un canale verso sinistra porta al limite del Ciadìn de Ambata (un passaggio sull’alveo del torrente, di non facilissimo superamento, soprattutto in discesa, può essere by-passato lateralmente) già prossimi al Biv. Gera, che si trova sul cocuzzolo erboso più alto. Poco prima del bivacco ci si innesta nel sent. attrezzato segn. 152 “Francesco Mazzetta” che giunge alla nostra destra, proveniente da Pàdola, dopo aver valicato la Forcella di Tacco. Dal Biv. Gera il nostro segn. 123 sale quindi verso Nord guadagnando, con ripida salita, la Forcella de Ambata, che segna il confine con la C.M. Comelico e Sappada. La discesa da questa forcella verso il sottostante Valón de la Sapàda è piuttosto impegnativa, svolgendosi dapprima su canalini detritici malsicuri e successivamente su rocce che, seppur gradonate, pongono qualche problema al loro superamento. Giunti al vallone, dove si incrocia da destra il sent. segn. 153 e di fronte il sent. segn. 126, si devia a sinistra su buona traccia verso la Forcella Della Rocca dei Bagni (tratto di sentiero con doppio segnavia 123, 153). Superato il piccolo valico, si continua ad attraversare in quota verso il Biv. Piovan, che si raggiunge dopo breve salita. Poco oltre, si inizia la discesa su ghiaie in direzione del Ciadìn dei Bagni, tenendosi successivamente a destra, ad imboccare il verde valloncello che conduce, sopra il Lago Ciadìn, alla confluenza col sent. segn. 164.

 
Dolomiti Unesco

Previsioni del tempo

http://www.arpa.veneto
 

Leo Vacanze - Auronzo di Cadore

Pensione Ajarnola

Pasta Zara

Copyright CAI Auronzo 2010 C.F.83001170253 - Powered by FlyWeb using Joomla

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione si accetta la privacy policy del sito. Per saperne di piu` consulta la nostra privacy policy.

Accetto la privacy policy

Privacy policy